Il core business dell’azienda è rappresentato dalla fornitura di barre in acciai speciali, in tutti i profili (tondi, quadri, piatti, esagoni, profili speciali) ed esecuzioni.
Ma è soprattutto nei prodotti lavorati a freddo che possiamo offrire soluzioni tempestive e complete per ogni tipo di esigenza.

Di seguito le gamme di produzione e le categorie di acciaio trattate:

BARRE ACCIAI SPECIALI DA COSTRUZIONE

Norma: EN 10025-2
Cosa sono: Sono acciai con buona saldabilità e definiti dalle proprietà meccaniche allo stato di fornitura.
Principali qualità trattate: S235JR – S275JR – S355JR – S355J2.
Inoltre secondo norma ASTM, i tipi: A105 e A350LF2.
Trattamento termico: Naturali di laminazione.
Norma: EN 10087
Cosa sono: Appartengono a questo gruppo gli acciai risolforati con o senza Piombo, per lavorazioni meccaniche ad alta lavorabilità, che sono appositamente realizzati per l’impiego su macchine automatiche ad asportazione di truciolo.
Principali qualità trattate: 1) non destinati a trattamenti termici: 11SMn30 (1.0715) – 11SMnPb30 (1.0718), 11SMn37 (1.0736) – 11SMnPb37 (1.0737);
2) con idoneità alla cementazione: 15SMn13 (1.0725);
3) con idoneità alla bonifica: 35S20 (1.0726) – 36SMnPb14 (1.0765) – 38SMn28 (1.0760) – 46S20 (1.0727) – 44SMnPb28 (1.0761).
Trattamento termico e stato di fornitura: Possono essere forniti sia laminati con idoneità anche allo stampaggio, ma più frequentemente trafilati secondo EN 10277-3.
Norma: EN 10084
Cosa sono: Appartengono a questo gruppo gli acciai con tenore di carbonio C<0,25% destinati al trattamento termico di indurimento superficiale mediante arricchimento di carbonio in atmosfera satura.
Principali qualità trattate: 16/20MnCr514NiCr1416NiCr4 – 17NiCrMo6.4 (W.1.6566, ex 18NiCrMo5)– 14NiCrMo13.4 – 18CrMo4 – 20MoCr4. Inoltre secondo la UNI 7846 nei tipi 16CrNi416NiCr1117CrNiMo6 (W.1.6587, ex 18CrNiMo7.6) e 16NiCrMo12.
Trattamento termico: Generalmente forniti allo stato ricotto, ma anche normalizzati o naturali a richiesta.
Norma: EN 10083
Cosa sono: Appartengono a questo gruppo gli acciai con tenore di carbonio C>0,25% e destinati al trattamento di tempra e rinvenimento.
Principali qualità trattate: C30÷C45 – 25CrMo4 – 41Cr4 – 42CrMo4 – 39NiCrMo3 – 34CrNiMo6
36NiCrMo16 – 51CrV4. Inoltre, secondo la norma UNI 7845, nei tipi 36CrMn5 o 36CrMn4 (UNI 7847) – 40NiCrMo7(AISI4340) – 30NiCrMo12.
Prodotti a specifica: TK28A (acciaio per catene)
Trattamento termico: Generalmente forniti allo stato ricotto o naturali a richiesta, ma anche in barre tonde già bonificate .
Norma: EN 10085
Cosa sono: Appartengono a questo gruppo gli acciai con elementi di lega specifici, idonei all’indurimento superficiale mediante assorbimento di azoto.
Principali qualità trattate: 31CrMoV9 (W.1.8519) – 41CrMoAl7 (W.1.8509).
Trattamento termico: Generalmente forniti in barre tonde, allo stato ricotto o bonificato a richiesta.
Norma: EN 10267
Cosa sono: Appartengono a questo gruppo acciai al manganese/vanadio che pur con basso tenore di elementi aggiunti, mostrano elevate caratteristiche resistenziali derivanti sostanzialmente dalla precipitazione di composti durante il raffreddamento controllato della temperatura di lavorazione a caldo.
Vengono normalmente utilizzati in sostituzione degli acciai da bonifica consentendo di evitare il trattamento termico, con conseguenti risparmi nei costi e nei tempi.
Principali qualità trattate: 38MnSiVS6 e 46MnVS6, anche in conformità ai principali capitolati specifici frequentemente richiesti.
Trattamento termico: Naturali di laminazione con raffreddamento controllato oppure ricotto.
Norma: UNI 3545
Cosa sono: Sono acciai con un elevato carico di snervamento (vicino al carico di rottura) che riprendono bene la forma quando sottoposti a torsione o a piegatura. Sono destinati alla fabbricazione di molle elicoidali, barre stabilizzatrici, pinze elastiche o più semplicemente particolari vari di usura.
Principali qualità trattate: 48÷60Si7 – 50CrV4 – 52SiCrNi5.
Trattamento termico: Forniti allo stato ricotto.
Norma: EN 68317
Cosa sono: Appartengono a questo gruppo gli acciai al cromo, che per l’elevata durezza dopo tempra, unita a resistenza all’usura ed alla compressione, sono universalmente impiegati per la costruzione di sfere, rulli e anelli di cuscinetti a rotolamento.
Principali qualità trattate: 100Cr6 – 100CrMo7 e 100CrMn4.
Trattamento termico: Normalmente forniti allo stato ricotto sferoidale.
Norma:
Cosa sono: Sono acciai legati al Boro oppure al Manganese, dotati di un’elevata resistenza all’usura, e normalmente impiegati nel settore dell’agricoltura (zappe, badili, parti di scavatori, macchine movimento terra) o per la costruzione di blindature, casseforti, ecc.
Principali qualità trattate: 20/30MnB5 – 27/33MnCrB5 – C70 – X120Mn12.
Trattamento termico: Normalmente forniti allo stato naturale o ricotto.
Norma: EN 10028 / EN 10222 / EN 10273
Cosa sono: Sono acciai non legati o debolmente legati al Cromo e Molibdeno, con caratteristiche meccaniche ben definite dalle norme, e specifici per la costruzione prevalentemente di caldaie a vapore, recipienti a pressione, tubature di grosse dimensioni e relativi elementi costruttivi. Gli acciai non legati di questo gruppo sono contraddistinti dalla P come prima lettera della marca, che ne indica appunto lo specifico utilizzo (pressure).
Principali qualità trattate: P235GH – P250GH (C22.8) – P295GH – 16Mo3.
Trattamento termico: Normalmente forniti allo stato naturale.
Norma: EN 10216 (10253)
Cosa sono: Appartengono a questo gruppo gli acciai speciali destinati ad applicazioni in cui è presente il fenomeno dello scorrimento viscoso: fenomeno che porta alla deformazione plastica (quindi permanente) continua nel tempo, quando l’acciaio è sottoposto alla combinata azione temperatura-sollecitazione. L’intervallo di temperatura in cui considerare lo scorrimento viscoso va dai 350 °C per gli acciai al carbonio, ai circa 700 °C per quelli legati.
La Serie A182 raggruppa acciai saldabili a basso tenore di carbonio per impieghi tipici nella costruzione di valvole, flange, raccordi, tubi e parti in servizio ad alte temperature.
Principali qualità trattate: F5 (W 1.7362 – X11CrMo5) – F9 (W 1.7386 – X11CrMo9.1)
F11 (W 1.7338 – 10CrMo5.5) – F22 (W 1.7380 – 12CrMo9.10)
F91 (W 1.4903 – X10CrMoVNb9.1)
Trattamento termico: Normalmente forniti allo stato ricotto.
Temperature di esercizio: A182 F5: fino a ~ 600 °C
A182 F9: fino a ~ 650 °C
A182 F11: fino a ~ 525 °C
A182 F22: fino a ~ 600 °C
A182 F91: fino a ~ 630 °C
Norma: EN 10269
Cosa sono: come sopra.
La Serie A193 raggruppa acciai da bonifica per applicazioni soprattutto nel settore della tiranteria.
Principali qualità trattate: B7 (W 1.7225 – AISI 4140) – B16 (W 1.7711 – 40CrMoV4.6) 21CrMoV5.7 (1.7709)
Trattamento termico: Normalmente forniti allo stato ricotto o bonificato.
Temperature di esercizio: A193 B7: fino a ~ 450 °C
A193 B16: fino a ~ 510 °C
W 1.7709: fino a ~ 540 °C

BARRE IN ACCIAI SPECIALI DA UTENSILI

Sono acciai legati dotati di elevata resistenza all’usura e agli shock termici, e per questo impiegati in attrezzature che, durante l’utilizzo, comportano sollecitazioni elevate.
Si dividono, a seconda dell’utilizzo, in 4 categorie:

Norma: DIN 17350
Cosa sono: Acciai normalmente utilizzati in ambienti in cui le temperature non superano i 200°C.
Utilizzi principali: stampi, punzoni, utensili per lavorare il legno, filiere per trafile, pinze per macchine utensili, scalpelli, utensili pneumatici.
Principali qualità trattate: X210Cr12 (1.2080 o AISI D3) – X155CrMoV121 (1.2379 o AISI_D2) – 90MnCrV8 (1.2842) – 45NiCrMoV16 (1.2746).
Trattamento termico: Normalmente forniti allo stato ricotto.
Norma: DIN 17350
Cosa sono: Acciai normalmente utilizzati in ambienti in cui le temperature di utilizzo rientrano nel range 450°C/600°C.
Utilizzi principali: punzoni e matrici a caldo, stampi per pressofusione di leghe di alluminio, rulli profilatori, filiere per estrusione, cilindri per laminatoi, lame per cesoie a caldo, matrici per lavorazioni di ottone, rame, stagno e piombo.
Principali qualità trattate: X37CrMoV51 (1.2343) – X40CrMoV51 (1.2344 o AISI H13) – 55NiCrMoV7 (1.2714) – 30CrMoV12 (1.2365).
Trattamento termico: Normalmente forniti allo stato ricotto; 1.2714 si può fornire ricotto oppure bonificato (HRC 40÷43 ±1).
Norma: DIN 17350
Cosa sono: Acciai utilizzati in stampi di materie in plastica in cui sia necessaria una finitura superficiale molto precisa, ed anche in stampi per leghe leggere e porta stampi.
Utilizzi principali: Portastampi, stampi da pressofusione per materie plastiche, anche di grandi dimensioni.
Principali qualità trattate: 40CrMnMo7 (1.2311) – 40CrMnMoS86 (1.2312) – 40CrMnNiMo8(1.2738) – X40Cr14 (1.2083).
Trattamento termico: Normalmente forniti allo stato bonificato.
X40Cr14 si può fornire bonificato oppure ricotto.
Norma: DIN 17350
Cosa sono: Acciai impiegati in lavorazioni molto gravose quali sgrossatura e taglio ad elevate velocità.
Utilizzi principali: Costruzione di utensili da taglio come frese, punte elicoidali, coltelli, maschi, brocce; stampi per ceramiche ad altissimo rendimento.
Principali qualità trattate: AISI M2 (S6-5-2 o 1.3343) – AISI M35 (S6-5-2-5 o 1.3243) – AISIM42 (S2-10-1-8 o 1.3247).
Trattamento termico: Normalmente forniti allo stato ricotto o bonificato.

BARRE ACCIAI INOSSIDABILI

Sono acciai altamente legati al Cromo oppure al Cromo-Nichel, e dotati di un’elevata capacità di ossidarsi (più precisamente, di passivarsi) senza arrugginire, a contatto con agenti atmosferici (acqua/aria) ed agenti chimici (acidi ecc). Il loro utilizzo è molto esteso, in quasi tutti i settori industriali, come il petrolifero/petrolchimico, minerario, energetico, nucleare e alimentare. A seconda della loro composizione chimica e struttura, si dividono in 3 categorie: Austenitici, Ferritici/Martensitici e Duplex (Austeno-Ferritici).

Norma: EN 10088 – EN 10095
Cosa sono: Acciai fortemente legati al Cromo (16 ÷ 20%) e Nichel (7 ÷ 18%). Il tenore di carbonio è solitamente molto basso (<0,08%) rendendo questi acciai perfettamente saldabili; alcuni elementi stabilizzanti, come il Titanio (316Ti) migliorano ulteriormente la resistenza alla corrosione.
La struttura interna è austenitica, e resta stabile anche dopo il trattamento termico.
Utilizzi principali: attrezzature per l’industria chimica, valvole, pompe, industria cartaria e tessile, lavorazioni per asportazione di truciolo.In particolare, l’AISI304 (X5CrNi18-10) è l’inossidabile più diffuso, universalmente conosciuto come “Inox 18-10″, e molto utilizzato sia per alimenti (posateria, pentole, padelle) che in tutti i settori industriali, dal chimico al tessile; molto apprezzato anche in architettura (corrimano a vista, tettoie, lamiere decorative, pomelli).
Principali qualità trattate: serie 200 e 300 (tra cui AISI 304 – AISI 310 e AISI 310SAISI 316 – AISI 316L – AISI 316Ti).
Trattamento termico: Normalmente forniti allo stato solubilizzato o bonificato.
Norma: EN 10088 – EN 10095
Cosa sono: Acciai legati solamente al Cromo (12÷27%). Alcuni acciai martensitici presentano anche una buona resistenza allo scorrimento a caldo.
La struttura interna è prevalentemente ferritica o martensitica.
Utilizzi principali: particolari molto sollecitati, come alberi, aste di pompe, bulloneria. Parti di valvole, corpi di centrifughe, alberi portaelica. Strumenti chirurgici, sfere e rulli.
Principali qualità trattate: serie 400, tra cui AISI 430 (ferritico), e i martensitici AISI 410 – AISI416 – AISI420 (A/B/C).
Trattamento termico: Normalmente forniti allo stato solubilizzato o bonificato.
Norma: EN 10088 – EN 10095
Cosa sono: Presentano un tenore di Cromo sempre superiore al 15%, e Nichel piuttosto basso (5÷6%);
a temperatura ambiente presentano al microscopio una struttura costituita da austenite e ferrite, da cui la definizione di “bifasici” o “austenoferritici” ed il nome Duplex.
Hanno buona resistenza alla corrosione e caratteristiche meccaniche superiori sia agli acciai austenitici che ferritici. Da segnalare l’ottima resistenza alla vaiolatura; buona saldabilità.
Utilizzi principali: Scambiatori di calore, macchine movimento terra, serbatoi e vasche per liquidi ad alta concentrazione di cloro, refrigeratori ad acqua marina , dissalatori.
Principali qualità trattate: DUPLEX: AISI 329 (1.4460), F51 (1.4462 – S31803 – X2CrNiMoN22.5.3)
SUPERDUPLEX: F53 (1.4410 – S32750 – X2CrNiMoN25.7.4), F55(1.4501 – S32760 – X2CrNiMoCuWN25.7.4) Austenitici: XM-19(S20910 – X2CrNiMnMoNNb21.16.5.3)
Superaustenitici: AISI904L (1.4539 – N08904 – X1NiCrMoCu25.20.5), F44 (1.4547 – S31254 – X1CrNiMoCuN20.18.7)
Trattamento termico: Normalmente forniti allo stato solubilizzato.

In questo sito sono utilizzati cookies tecnici necessari per migliorare la navigazione e cookies di analisi per elaborare statistiche.

Puoi avere maggiori dettagli visitando la Cookie Policy e bloccare l'uso di tutti o solo di alcuni cookies, selezionando Impostazioni Cookies.
Selezionando Accetto esprimi il consenso all'uso dei suddetti cookies.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

In questo sito sono utilizzati cookies tecnici necessari per migliorare la navigazione e cookies di analisi per elaborare statistiche. Puoi avere maggiori dettagli visitando la Cookie Policy e bloccare l'uso di tutti o solo di alcuni cookies, selezionando Impostazioni Cookies. Selezionando Accetto esprimi il consenso all'uso dei suddetti cookies.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi